GIANFILIPPO GIUSTOZZI

 

Sacerdote della Diocesi di Fermo ed alunno dell’Almo Collegio dal 1972 al 1978. Ha studiato Filosofia e Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana. Si è laureato in Filosofia all’Università di Macerata. Nel 2015 ha discusso un lavoro di dottorato su Teilhard de Chardin alla Facoltà Teologica di Bologna. Tra le sue pubblicazioni, oltre a articoli su Teilhard apparsi su diversi riviste: Enrico Castelli. Dalla filosofia della vita alla ermeneutica teologica della tecnica, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli 2002, e La riabilitazione del ciarlatano. Heidegger lettore di San Paolo, Quaderni di Firmana, Fermo 2005.

Il volume si compone dei diversi interventi tenuti al convegno di Gavirate (VA) su Pierre Teilhard de Chardin. Nell’analizzare i vari aspetti dell’opera del gesuita, essi evidenziano la rilevanza del suo apporto alla costruzione di un pensiero religioso capace di interagire con le problematiche emergenti in una fase della storia che, come sostiene papa Francesco, non è definibile semplicemente come «epoca di cambiamenti», ma piuttosto come «un vero e proprio cambiamento d’epoca».